Home Azioni Pilota IPIMIT - Inter-regional Platform for Information on MultImodal Transport



IPIMIT - Inter-regional Platform for Information on MultImodal Transport

Partenariato:

  • SIIT S.c.p.a. (GE) – Sistemi Intelligenti Integrati i Tecnologie, società consortile che ingloba grande industria, piccola e media impresa, Università di Genova, CNR, istituzioni pubbliche, di ricerca, finanziarie.
  • Regione Liguria – Settore Trasporti
  • Regione Piemonte – Direzione Trasporti, Infrastrutture, Mobilità e Logistica
  • Conseil Régional Provence-Alpes-Côte d’Azur – Direction des Transports et des Grands Equipements – Service Infrastructures et Développement
  • CSI Piemonte – Centro di competenza Trasporti, mobilità e logistica
  • Softeco Sismat s.r.l. (GE) - azienda leader nel mercato dell’ICT che realizza grandi progetti informatici e industriali mediante l' integrazione di sistemi, reti, prodotti e tecnologie.
  • DARTS Engineering (GE)– Advanced Software solutions
  • Cityway S.A. (Aix-en-Provence) – software house operativa nel settore della mobilità intelligente anche su più vettori
  • Confconsumatori Genova
  • Coordinamento Comitati Pendolari del Piemonte
  • AFITRAC (Briançon) – Associazione franco-italiana per lo sviluppo del trasporto pubblico

Idea : Piattaforma interregionale per informazioni sul trasporto multimodale
La nuova app (anche disponibile sul tradizionale personal computer), da realizzare dopo una fase di analisi delle piattaforme già esistenti, dei bisogni degli utenti finali e un’identificazione dei dati già disponibili nelle regioni, vuole essere uno strumento per tutti coloro che viaggiano più o meno frequentemente e hanno necessità di informazioni aggiornate riguardanti ad esempio i vari mezzi di trasporto a disposizione per compiere un determinato tragitto, bike-sharing, car-sharing, tariffe,… In un secondo momento i contenuti potrebbero anche essere integrati con quelli sviluppati nell’ambito dell’azione pilota ToM. A seconda poi dei fondi regionali, nazionali ed europei che si intercetteranno sarà possibile arrivare eventualmente ad una fase di realizzazione ed industrializzazione. Si tratterebbe di un’app multilingue costantemente aggiornata nella quale confluiscono tutto una serie di dati che già adesso in alcuni caso le Amministrazioni Pubbliche possiedono.


Migliorie rispetto allo stato dell’arte
Sarebbe l’unica app che offre informazioni per muoversi tra le diverse regioni e anche oltr’Alpe che concentra in sé tutta una serie di servizi e funzionalità che normalmente sono disponibili su più siti. Per di più se, durante il viaggio, l’utente decidesse di cambiare il percorso, il sistema riaggiornerebbe in pochi istanti le informazioni relative al suo spostamento.


Sostenibilità ed impatto
Un modello di business non è ancora stato individuato nel dettaglio; si possono ipotizzare sia entrate dalle Autorità Locali sia il pagamento di fee per servizi ad alto valore aggiunto.
Chiaro è invece l’impatto ambientale e le riduzioni di emissioni nocive in atmosfera grazie ad un uso più efficiente dei mezzi di trasporto pubblici cui magari si possono indirizzare anche altre persone se vedono un servizio utile.


Approccio Living Lab e tranfrontalierità
Il consorzio ingloba differenti realtà, anche tre associazioni di consumatori. Gli utenti finali possono inoltre dare i loro suggerimenti per meglio definire i requisiti e le eventuali successive migliorie della app stessa