Home Azioni Pilota Telemedicina: mantenimento a domicilio



Telemedicina: mantenimento a domicilio

Nell’ambito del progetto Alcotra Innovazione la Regione PACA è responsabile della tematica E-health e si è impegnata a far emergere Living labs transfrontalieri per il mantenimento a domicilio dei pazienti che possono ricevere assistenza domiciliare.


Gli obiettivi che la Regione PACA si è prefissata sono:

  • Integrare i propri progetti nelle realtà sociali ed economiche del territorio ALCOTRA: invecchiamento della popolazione, diminuzione dei medici liberi professionisti e concentrazione delle competenze nei centri ospedalieri della Francia metropolitana, ecc.
  • Istituire piccoli gruppi di lavoro operativi su vari temi: assistenza domiciliare, soccorso in montagna
  • Diffondere i contributi di questi gruppi di lavoro allo scopo di far convergere analoghe esperienze italiane sull’area ALCOTRA, in modo da apportare una cultura concettuale e operativa del Living Lab e da accompagnare i soggetti nella loro attivazione
  • Testare e valutare metodi che promuovano la creatività nei gruppi di lavoro (design, gruppi di soggetti della catena di valore, ecc.)
  • Costruire i primi progetti molto concreti al fine di dimostrare e in seguito valutare il valore aggiunto dell’approccio Lab entro il 2013.

A partire dal mese di giugno 2012 e fino alla fine dell’anno, PACA ed i suoi esperti del Comité d’Expansion 05 hanno:

  • individuato e coinvolto gli attori dell’e-health sull’insieme dell’area Alcotra e poi iniziato a riflettere sulle integrazioni da inserire nel database/cartografia degli attori dell’e-health (E-Atlas)
  • definito organizzazioni che presentano un valore aggiunto per i pazienti e/o gli operatori sanitari in particolare nel settore dell’assistenza domiciliare, in stretto collegamento con imprese di servizi alla persona
  • coinvolto soggetti della catena di valore/ecosistema dell’innovazione sulle tematiche del lavoro.

L’obiettivo per il 2013 consisterà nel proseguire la co-progettazione delle soluzioni di e-health che corrispondono alle reali necessità degli utenti, dei beneficiari e dei finanziatori. Verrà infine il momento della valutazione/validazione dei contributi globali dei nuovi servizi.


Su queste basi, sarà effettuata una capitalizzazione verso i contenuti delle formazioni iniziali e continue (domotica, manutenzione di sistemi elettronici…) ma anche verso le politiche pubbliche...


Il successo dell’operazione sarà garantito dal coinvolgimento dell’insieme dei soggetti-chiave e in particolare:

  • istituzioni /regolatori: ARS, ASL, Regioni
  • produttori /ideatori di tecnologie R&D, imprese
  • utenti / prescrittori delle tecnologie: ospedali, reti sanitarie, servizi alla persona, professionisti

facendo riferimento ai facilitatori /valutatori: Comité d’expansion, designer di servizi, CNR-Santé.


Inoltre, è stato naturalmente sempre garantito un approccio bottom-up a partire dall’animazione sul campo il più vicino possibile alle necessità, in una logica di sviluppo locale.


Ad ognuno la risposta adeguata!
I livings labs implicano, sulla base delle necessità e delle opportunità degli attori e dei territori, forme di innovazione variabili:

  • L’innovazione sociale e l’innovazione organizzativa (management, percorsi, modalità di lavoro, produzione e gestione dell’informazione …)
  • L’innovazione istituzionale (politiche pubbliche)
  • L’innovazione tecnologica /marketing ;
  • E in tutti i casi un’ingegneria progettuale originale, pluridisciplinare (scienze umane, scienze ingegneristiche o scienze politiche)

Grazie a collaborazioni esterne, nell'ambito del progetto Alcotra Innovazione, si sono scritti due testi molto utili per promuovere l'approccio Living Lab nella telemedicina sia grazie all'Appalto pubblico per l'innovazione che grazie a nuovi modelli di business. Tali documenti sono scaricabili nell'area Download