Home Azioni Pilota Industrie creative per i musei



Sperimentazione alla Reggia La Venaria Reale - 4, 5 e 6 Giugno 2013

Obiettivo:
L’obiettivo del progetto Alcotra è far emergere dei Living Labs transfrontalieri che favoriscano la creazione di ecosistemi sul tema dell’industria creativa. In quest’ambito, dal 4 al 6 giugno, si è svolta presso la Reggia di Venaria Reale, vicino a Torino, una sperimentazione tipo “Hackathon” (maratona digitale).

 

La sperimentazione hanno riunito due équipe pluridisciplinari italo-francesi (sviluppatori digitali, designer, artisti, personale del museo, partner del progetto Alcotra Innovazione e utenti) e utilizzato tecnologie digitali e delle arti sceniche per rispondere alle attese del museo.
In 3 giorni le varie équipe hanno realizzato prototipi di dispositivi originali e creativi che riflettevano le problematiche del museo cercando di suscitare nel visitatore una nuova esperienza grazie ad uno sguardo nuovo sul museo. (cfr. Power Point di presentazione delle sperimentazioni on-line).

 

Le sperimentazioni sono state l’occasione per mettere in relazione reti di attori delle industrie creative dei territori Alcotra (Regione Rhône-Alpes, PACA, Piemonte e Liguria) al fine di produrre punti di vista originali sul Museo di Venaria Reale ma anche di avviare nuove collaborazioni e generare ricadute economiche.

 

Presentazione del museo:
La Reggia di Venaria Reale è un’antica residenza reale situata a Venaria Reale, vicino a Torino, in Piemonte. È una delle residenze della famiglia reale dei Savoia, iscritta nel 1997 nella lista del Patrimonio mondiale dell’UNESCO, paragonabile, per dimensioni e struttura, alla Reggia di Versailles. La Reggia fu progettata e costruita a partire dal 1675 dall’architetto Amedeo di Castellamonte, su richiesta del Duca Carlo Emanuele II che voleva una residenza per le sue battute di caccia sulle montagne a nord di Torino. Il nome della Reggia deriva dal latino Venatio Regia che significa Caccia Reale.


Il progetto La Venaria Reale, promosso dall’Unione europea e coordinato dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e dalla Regione Piemonte, ha rappresentato il più grande cantiere d’Europa nell’ambito dei beni culturali. La Reggia di Venaria ha così ritrovato la magnificenza barocca che a metà del Seicento ispirò il duca Carlo-Emanuele II di Savoia. Ridiventata oggi un simbolo di modernità e di cultura, dopo la riapertura avvenuta nel 2007, la Reggia si situa tra i cinque siti culturali più visitati d’Italia.
Concepita per essere la nuova corte del loisir contemporaneo, in sintonia con le pi・rappresentative istituzioni internazionali, la Reggia si propone come centro di produzione e luogo di svago culturale in grado di offrire al grande pubblico italiano e internazionale i piaceri di arte, storia e architettura in un contesto paesaggistico straordinario.
Il Centro Conservazione e Restauro è situato nel complesso monumentale “La Venaria Reale” presso le ex scuderie e i maneggi del Settecento disegnati da Benedetto Alfieri, in un armonioso insieme di architetture storiche e contemporanee.

 

Problematica del Museo:
Il Museo, in collaborazione con il Centro Conservazione e Restauro, ha individuato nel corso del progetto Alcotra Innovazione varie vie di riflessione:

  • Come le nuove tecnologie possono integrarsi con l’architettura e gli usi della Reggia di Venaria, alla luce del suo passato quale antica residenza dei Savoia?
  • Come creare nuove esperienze al museo durante le ore notturne? (il museo ha intenzione di aprire saltuariamente tra le 20 e mezzanotte)

In questo contesto: come comunicare? Mettere in scena? Fare della visita guidata un’esperienza unica?

 

Svolgimento:
4 giugno mattino: Visita del museo e incontro dei membri delle équipe
4 giugno pomeriggio: Brainstorming in équipe per decidere uno scenario
5 giugno: Realizzazione dello scenario sulla base di risorse tecniche e scenografiche diverse
6 giugno mattino: Realizzazione dello scenario e messa in situazione
6 giugno pomeriggio: Restituzione e presentazione al pubblico