Home Opportunità di finanziamento Bando MIUR Smart Cities and Communities e Social Innovation



Bando MIUR Smart Cities and Communities e Social Innovation

Con Decreto direttoriale 5 luglio 2012 il Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca ha diffuso un Avviso per la presentazione di idee progettuali per Smart Cities and Communities e Social Innovation .
Dopo un primo intervento destinato a favorire i progetti di ricerca nelle regioni del Mezzogiorno, è stato ora predisposto un analogo avviso destinato alle restanti regioni, con una allocazione di risorse a valere sul Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca (FAR) pari a 655 milioni di euro, finalizzato al sostegno di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale .


Gli interventi devono essere in grado di sviluppare soluzioni tecnologiche, servizi, modelli e metodologie che si collocano sulla frontiera della ricerca applicata di origine industriale ed accademica. Il perimetro applicativo è quello delle Smart Communities, ovvero dello sviluppo di modelli innovativi finalizzati a dare soluzione a problemi di scala urbana, metropolitana e più in generale territoriale tramite un insieme di tecnologie, applicazioni, modelli di integrazione e inclusione.
I Progetti dovranno caratterizzarsi per il ricorso prevalente a tecnologie ICT e i risultati delle attività di ricerca dovranno essere validati mediante sperimentazione in ambito territoriale: a tal fine ogni progetto dovrà prevedere il coinvolgimento di una o più delle Pubbliche Amministrazioni operanti nei territori ove si svolgeranno le attività progettuali.


L'invito a presentare Idee Progettuali si riferisce a svariati ambiti tra i quali si segnalano ad esempio:


TECNOLOGIE WELFARE E INCLUSIONE
SALUTE
DOMOTICA
WASTE MANAGEMENT
TRASPORTI E MOBILITà TERRESTRE e LOGISTICA LAST-MILE
SMART GRIDS
ARCHITETTURA SOSTENIBILE E MATERIALI
CLOUD COMPUTING TECHNOLOGIES PER SMART GOVERNMENT
CULTURAL HERITAGE
e altri.
Chi può presentare idee progettuali.
Possono partecipare i soggetti individuati dal DM 392/2000 (imprese, centri di ricerca, consorzi e società consortili, parchi scientifici e tecnologici) con sede in Italia.


Il consorzio dovrà essere costituito da un numero massimo di 8 proponenti, ed il relativo costo complessivo non può essere inferiore a 12 milioni di euro né superiore a 22 milioni di euro.
E' previsto che determinate percentuali di spesa siano sostenute da alcune tipologie di soggetti (ad es. parte industriale minimo 50%, PMI minimo 10%, istituto di ricerca min. 20%).

Lo stesso raggruppamento di soggetti non può presentare più di una Idea Progettuale per ogni singolo ambito, e il completamento delle attività progettuali deve avvenire entro il 30 dicembre 2015.

A fronte dei costi ammissibili, il MIUR interviene nella misura dell'80%. Fino al limite del 20% dei costi l'agevolazione predetta è riconosciuta nella forma del contributo alla spesa; per eventuali quote aggiuntive di costo giudicato ammissibile l'agevolazione predetta è riconosciuta nella forma del credito agevolato.
All'interno dei progetti inoltre potranno essere integrati " Progetti di Innovazione Sociale " proposti esclusivamente da giovani (max 30 anni), orientati alla messa a punto di soluzioni tecnologicamente innovative per la soluzione nel breve-medio periodo di specifiche problematiche presenti nel tessuto urbano di riferimento e negli ambiti del bando: per questi progetti, dal costo massimo di 1 milione di euro, è prevista una quota di finanziamento dedicata.
Scadenze :

Le Idee Progettuali devono essere presentate entro e non oltre le ore 17.00 del 9 novembre 2012, mentre i Progetti di Innovazione Sociale entro le ore 17 del 7 dicembre 2012 , tramite il servizio telematico SIRIO ( http://roma.cilea.it/Sirio ).


Per maggiori informazioni si veda il bando pubblicato sul sito del Ministero: http://attiministeriali.miur.it/anno-2012/luglio/dd-05072012.aspx