Home Living Labs



Living Labs

I Living Labs sono ecosistemi di innovazione aperta e guidata dagli utenti basata sullo sviluppo continuo di partnership tra governi, imprese e ricercatori.
Obiettivo è favorire il contributo attivo degli utenti all'innovazione dei servizi in domini socio-economici strategici come energia e ambiente, salute e inclusione, media e creativita, ecc. in un'ottica di sviluppo sostenibile.


I Living Labs sono quindi una collaborazione di partnerships pubblica-privata-civile in cui:

  • Stakeholders [imprese, università e centri di formazione, organismi pubblici e privati, utilizzatori finali].
  • Creano insieme [sviluppo collaborativo di prodotto/servizio dall'idea al lancio sul mercato].
  • Nuovi prodotti, sevizi, businesses e tecnologie.
  • In ambienti di vita reale e virtual networks.
  • In contesti diversi e anche multitematici.

immagine Living Lab


Il modello fu formulato al MIT (Massachusetts Institute of Technology) nel 2003 come metafora metodologica del paradigma per la ricerca e l'innovazione prevedendo:

  • Un approccio multidisciplinare e utente-centrico.
  • Un'innovazione guidata dalla comunità di utenti in ambienti di vita reale.

I Living Labs cercano di valorizzare la naturale diversità tra gli attori - aziende, centri di ricerca, università, enti pubblici, cittadini - favorendo e stimolando la reciproca contaminazione e la partecipazione congiunta a progetti innovativi di tutti gli stakeholder.
I Living Labs agiscono come catalizzatori dell'innovazione, agendo come propulsori e attuatori del processo di innovazione dei servizi in chiave:

  • Strategica: supportando la Pubblica Amministrazione nel definire le linee strategiche di innovazione dei servizi per l'utente pubblico e coinvolgendo tutti gli attori dell'innovazione, locali e internazionali.
  • Competitiva: chiamando il tessuto imprenditoriale a cooperare con il territorio.
  • Organizzativa: coordinando e stimolando i diversi attori e le diverse istanze.
  • Sistemica: "distillando" le iniziative riconducendole ad un concetto di innovazione.

In particolare come catalizzatori, i Living Labs possono:

  • Finalizzare reti di collaborazione a livello locale e transfrontaliero / transregionale.
  • Partecipare a organizzazioni e/o iniziative orientate all'innovazione (es. Master, summer school, barcamp, ...).
  • Individuare e avviare contatti e collaborazioni attraverso l'organizzazione e la partecipazione a meeting, tavole rotonde su tematiche di interesse.

I Living Labs transforntalieri / transregionali inoltre permettono di :

  • Integrare i sistemi economici e sociali.
  • Scambiare buone pratiche di sviluppo sostenibile.
  • Sviluppare prodotti e servizi paneuropei.

Per ulteriori informazioni sui Living Labs visitare il sito http://www.openlivinglabs.eu/ dell'ENoLL (European Network of Living Labs).